Anteprima – HTrends n° 17

217

Berenice si taglia i capelli alla maschietta

Era il primo maggio 1920 quando «The Saturday Evening Post» pubblicò un racconto breve di Francis Scott Fitzgerald intitolato Berenice Bobs Her Hair, Berenice si taglia i capelli alla maschietta. Tra un fox trot e un charleston, una giovane donna dell’upper class, per un inganno ordito da sua cugina con la complicità di un barbiere, si ritrova ad avere i capelli cortissimi. Uno scandalo per l’epoca, un grande passo verso l’indipendenza. Il suo nuovo look diventò simbolo di emancipazione. E bob fu.

Tutte le riviste moda Acquista la rivista in formato digitale

Gonne corte e capelli a caschetto cominciarono a caratterizzare una nuova generazione di giovani donne decise ad affermare la propria libertà. E i capelli si adeguarono a quel nuovo modello di femminilità diventando corti, cortissimi. Era l’inizio di una rivoluzione. Il pixie cut di Haudrey Hepburn, l’iconico bob di Elizabeth Taylor, il taglio ultra corto della super modella Twiggy ne sono l’esempio.
La bella notizia? I tagli in formato mini sono decisamente tornati di moda: caschetti geometrici, tagli alla garçonne con ciuffi importanti e ribelli, bob sfilati e asimmetrici. Lisci e ricci! C’è qualcosa di wild, qualcos’altro di punk, ma anche una certa raffinatezza nelle scelte estreme. Ai tagli corti si mixano le chiome oversize che non escono di scena, a patto che siano piene e corpose o raccolte in acconciature voluminose, con tanto di frangia alla Brigitte Bardot. I colori passano dai toni freddi del biondo ghiaccio a quelli caldi dei castani scuri che virano al nero.
Non vi resta che girare pagina e cominciare a cercare il taglio che fa per voi tra le pagine di questo nuovo numero di HTrends. Questo spazio è per voi!