Passato e presente si incontrano nella multiforme personalità di Antonio Pingiori: un barber old school, un parrucchiere, un artista della coiffure.
La perseveranza e l’amore per il suo mestiere, uniti al suo stile semplice, definito e ricercato, fanno della sua storia una storia di successo.

Antonio PingioriIl viaggio di Antonio Pingiori alla scoperta dell’affascinante mondo delle antiche barberie comincia da bambino quando, per volontà dei suoi genitori, diventa “il ragazzo di bottega” in un salone della sua città, Alghero.
La mattina tra i banchi di scuola, il pomeriggio tra le poltrone e i lavatesta.
È qui che Antonio sente crescere dentro di sé la passione per questo lavoro che diventerà la sua vita.
All’Accademia A.N.A.M. (Accademia Nazionale Acconciatori Misti) impara dagli artigiani del mestiere l’arte di radere e modellare barba e baffi. Con la chiamata alle armi, sono i commilitoni i suoi primi clienti.
Proprio in questi anni Antonio comincia a dedicarsi a una appassionante ricerca tra le pieghe delle antiche tradizioni italiane e americane, fino alla fondazione di Tony’s Barber Shop, il simbolo di un ritorno ai piaceri, ai profumi dell’antica barberia e all’uso degli strumenti e dei prodotti da barba tradizionali.

Da barbiere a parrucchiere per signora il passo è breve e Antonio realizza il sogno di aprire ad Alghero un salone tutto suo, dedicato sia all’uomo che alla donna.
Ben presto arriva l’incontro con l’alta moda a Roma, il prêt-à-porter a Milano, il franchising con Compagnia della Bellezza.
Poi le collaborazioni con grandi nomi del mondo dell’hairstyling che lo portano a diventare l’artista che è oggi: completo, raffinato, creativo e con tanti progetti da realizzare.
Uno fra tutti? Trasformare il suo salone in un centro multifunzionale, in cui la seduta dal parrucchiere possa diventare anche un appuntamento con la lettura, la musica, lo shopping e, magari, con un buon caffè.