A pochi giorni dal Trend Preview A/I 2017-18 di Class, è tempo di svelare i restroscena, le meravigliose creazioni del macro trend DO NOT TELL ME e i grandi ospiti che hanno reso unico questo imperdibile evento.

Lunedì 9 ottobre, al teatro Obi Hall di Firenze, è andato in scena il Trend Preview A/I 2017-18 di Class davanti a un pubblico di professionisti, appassionati e giornalisti, pronti a scoprire le nuove tendenze per la stagione fredda.

Le porte del teatro Obi Hall si sono aperte alle 10.00 per il Class Congress: un momento di alta formazione volto a trasmettere ai partecipanti un nuovo modo di percepire la professione, alla conquista della propria individualità. Senza condizionamenti, senza limiti.
L’idea, in accordo con il tema del macro trend DO NOT TELL ME, nasce dall’esigenza sempre più forte di superare i limiti per essere artefici del proprio successo attraverso un atteggiamento positivo.
Dopo l’intervento di Ernesto Spica, commercial leader di Class, che ha presentato con il carisma e l’entusiasmo di sempre le novità del prossimo anno, si sono avvicendati sul palco tre personaggi di grande spessore che hanno dato il loro contributo allo sviluppo del tema dell’evento: Serena Sala, Simona Atzori, Terenzio Traisci.

Ecco qualche scatto live di alcuni momenti del Class Congress:

Serena Sala, cool hunter ed esperta di tendenza, ha raccontato la ricerca di tendenza alla quale si è ispirato Luigi Neri per la creazione di questo Trend Preview A/I 2017-18, DO NOT TELL ME, con le sue tre declinazioni MY TYPE, MY SPACE, MY SENSE.
Una ricerca che, partendo da un’analisi sociale e culturale, è giunta ad un risultato estetico ultra moderno e avveniristico.

Prova vivente del fatto che superare i limiti è possibile grazie alla forza di volontà e all’amore per la vita, è salita sul palco Simona Atzori, ballerina e pittrice senza braccia. Un limite fisico che limite non è. Come lei stessa dice, “i piedi possono fare le mani”.
Si è esibita in una danza suggestiva ed emozionante, regalando al pubblico entusiasta il suo immenso talento e la sua grande anima.
A conclusione dell’esibizione, ha raccontato di come si possa riuscire a superare i propri limiti senza dimenticare mai che, per dirla con le sue parole, “la vita è una figata!”.

A concludere il Class Congress l’intervento di Terenzio Traisci, psicologo del lavoro e volto noto della tv grazie alla partecipazione a Italia’s Got Talent 2012. Ha parlato al pubblico di come l’atteggiamento positivo possa cambiarci la vita e aiutarci ad affrontare col sorriso le difficoltà di ogni giorno. Tra una battuta e l’altra, è riuscito a coinvolgere i presenti con la sua “ingegneria del buon umore”.

Concluso il Class Congress, è cominciato l’attesissimo show che ha conquistato il pubblico con le visionarie creazioni dell’art director Luigi Neri e dei top stylist di Class che hanno portato sul palco i tre mood del macro trend DO NOT TELL ME: MY TIPE, MY SPACE, MY SENSE. Un viaggio emozionale alla scoperta di un’estetica che si snoda in tre direzioni diverse, ma con un unico obiettivo: la conquista di un’individualità indipendente e libera dai imiti culturali e sociali.

Ecco la nostra gallery con alcuni momenti dello show . lasciatevi incantare!

CONDIVIDI

3 COMMENTI