A una settimana dalla conclusione dell’edizione 2019 del Cosmoprof Worldwide Bologna, è tempo di bilanci: ancora una volta, un grande successo!
La manifestazione continua a crescere e i risultati confermano che si tratta di un appuntamento esclusivo per l’intera industria beauty.

Tante le novità, le conferme e le prospettive per le prossime edizioni, che promettono di essere sempre al passo con i trend di mercato e con le esigenze di un settore in continua evoluzione.

Cosmoprof Worldwide Bologna 2019 ha raggiunto un importante obiettivo, con oltre 265.000 operatori dell’industria cosmetica, con un incremento percentuale di visitatori dall’estero di circa il 10% – dichiara Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere. Questo dato, insieme al record di espositori – 3.033 aziende da oltre 70 paesi – ci rende orgogliosi dei risultati ottenuti, e ci dà l’energia per affrontare nuovi progetti. Da Bologna, Cosmoprof Worldwide Bologna arriva a raggiungere tutto il mondo, con manifestazioni in tutti i continenti. Dopo Asia, Nord America e India, dopo le partecipazioni nei mercati del Sud America e del Sud Est Asiatico, e dopo lo sviluppo in Europa grazie all’acquisizione del gruppo tedesco Health & Beauty, siamo ora pronti per allargare le frontiere, grazie anche al supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, di ICE – Italian Trade Agency, e del nostro partner, Cosmetica Italia. Per il 2020 nuovi progetti sono in fase di definizione sia in Asia che in Africa. La piattaforma di Cosmoprof si appresta a diventare sempre più capillare, per rispondere al meglio alle esigenze delle aziende del settore”.

Quest’anno Cosmoprof Worldwide Bologna ha puntato i riflettori sull’importanza di intraprendere un percorso volto a una maggiore attenzione alla sostenibilità, al risparmio energetico e al corretto utilizzo delle risorse ambientali.
Le iniziative in manifestazione, come NO. CO. – NO COMPROMISE, il progetto The Cosmopack Factory, i contenuti espressi durante i Cosmotalks e le installazioni con materiali sostenibili hanno evidenziato l’attenzione che la manifestazione ha rivolto all’ambiente.
L’affluenza agli oltre trenta talk in programma e l’interesse suscitato dalle aree speciali dedicate al green ben rappresentano la nuova sensibilità verso questo tema da parte degli operatori del settore.

“Le imprese associate presenti in manifestazione – commenta Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia – hanno registrato un significativo aumento della qualità dei contatti con gli operatori del settore. Per rispondere a questa tendenza, le aziende si sono fatte promotrici di una offerta sempre più mirata di prodotti e di servizi. Trovano quindi nuova conferma la natura anelastica e la competitività dell’industria cosmetica italiana sui mercati internazionali. Non a caso l’export, in crescita del 3,6% per un valore di 4.800 milioni di euro, continua a sostenere i fatturati, che superano gli 11,2 miliardi di euro, in crescita del 2,1%. Dati che sostengono quelli, altrettanto positivi, della fiera promossa dal nostro storico partner BolognaFiere – Cosmoprof: assieme continueremo a condividere l’obiettivo della valorizzazione della cosmesi made in Italy nel mondo”.

In attesa della prossima edizione, ecco gli scatti più belli dal Cosmoprof 2019: