Stefano Nizzi, Global Ambassador della linea Grooming di Alter Ego Italy dal 2015, vive da sempre a stretto contatto con il mondo della moda.
Riconosce ed interpreta i trend di stagione, creando collezioni sobrie ed eleganti, in perfetto stile Alter Ego.

Attento conoscitore del mondo della bellezza, Stefano Nizzi ama il suo mestiere sin da bambino e oggi sogna di “essere riconosciuto come colui che, con soluzioni semplici, riesce a regalare bellezza e ad accrescere l’autostima delle persone”.
Adora tutto ciò che è esclusivo e ha il sapore dell’artigianalità e definisce il suo stile “un equilibrato mix tra il minimal e l’eclettico”.
Progetti futuri? Così tanti da dover prendere appunti.

Stefano Nizzi

Come è nata la passione per la tua professione? Un talento innato o c’è dell’altro?
Ricordo sin da piccolissimo una spiccata vanità ed un’attenzione particolare verso tutto ciò che riguardasse il mondo dell’estetica.
Fu un regalo a canalizzare quell’attenzione verso ciò che poi è diventata la mia professione. Un rasoio elettrico donatomi da colui che diventò il mio primo cliente, nonno Francesco.

Più che un talento innato, credo che ciò che mi abbia permesso di fare la differenza siano state la fame insaziabile di sapere, la voglia di migliorare ogni giorno le mie competenze ed una dedizione quasi maniacale nei confronti del mondo della bellezza.

Hai un ricordo al quale sei particolarmente legato?
Ogni giorno di lavoro: lo sguardo di un cliente soddisfatto, il grazie di un collaboratore per le opportStefano Nizziunità ricevute, uno show, un workshop portato a termine con successo. Sono ricordi che rimangono impressi in maniera duratura e ripagano più di ogni altra cosa i sacrifici fatti.
Probabilmente sono due i momenti che oggi ricordo con più piacere: il “sì” del mio primo titolare alla mia richiesta di lavoro perché fu quello il momento che diede inizio alla mia carriera e poi, otto anni dopo, il giorno dell’inaugurazione del mio salone. Ricordo un mix di incredulità, soddisfazione e felicità indescrivibile per la realizzazione del mio sogno.

Sei impegnato da sempre nella formazione presso le migliori accademie del settore. Quale aspetto dell’insegnamento ti entusiasma di più?
Sicuramente la possibilità di poter condividere il mio sapere con gli altri e diventare un punto di riferimento e un modello al quale ispirarsi. Queste sono le ragioni che continuano a motivare il mio percorso formativo all’interno del team Alter Ego Italy.
C’è poi un altro aspetto, decisamente entusiasmante, che è quello legato alla preparazione che io stesso devo avere per poter essere all’altezza del ruolo che sono chiamato a ricoprire.
Per me è una sorta di sfida con me stesso, che mi porta a migliorare al massimo le mie competenze per fare in modo di garantire ai colleghi che mi scelgono come tutor un’esperienza formativa all’altezza delle loro aspettative.

Stefano Nizzi Oggi sei Global Ambassador della linea Grooming di Alter Ego Italy. Com’è cominciata la tua collaborazione con il brand?
Faccio parte del team Akademìa da oltre tre anni. L’azienda, in un momento di forte ascesa, aveva bisogno di ampliare il proprio team artistico e io mi proposi. Dopo una valutazione da parte dell’allora direttore artistico di Alter Ego Italy, entrai a far parte del gruppo.
L’anno successivo venni nominato dall’azienda Global Ambassador della linea Grooming.
Rappresentare lo stile maschile per Alter Ego Italy è stato come rivivere i primi passi della mia carriera, mossi tra tagli maschili, gel e sfumature a pettine e forbice.

Qual è stata la fonte di ispirazione per la tua ultima collezione, Neverland?
In Neverland il viaggio è metafora di un’evoluzione interiore e stilistica. I tagli vengono infatti destrutturati in maniera sartoriale affinché i capelli prendano estremo movimento e casualità, ad esprimere il concetto di trasformazione e di multidimensionalità.

La nostra idea è proporre uno stile salon friendly, molto versatile e casual, tipico del gusto Made in Italy.

A proposito di stile, come definiresti il tuo?
Vesto sempre in total black, mi fa sentire adatto ad ogni situazione. Adoro tutto ciò che è fatto a mano, che è esclusivo e che esprime il sapore dell’artigianalità.
Non mi piace l’ostentazione dei marchi e tendo a non farmi influenzare particolarmente dai trend.

Potrei definire il mio stile un equilibrato mix tra il minimal e l’eclettico

Stefano NizziHai un desiderio per il futuro? un sogno nel cassetto?
Ho tantissime idee per la testa. Le note del telefono dove appunto i miei impegni, le idee ed i progetti futuri aumentano giornalmente in maniera vertiginosa.
Oggi immagino il mio salone come un luogo dove poter dare sempre più lavoro a tanti collaboratori che condividano con me la voglia di crescere, migliorarsi e regalare bellezza ai propri clienti.
Mi piacerebbe un giorno creare un’accademia formativa che rappresenti il mio stile e che dia la possibilità a chi si avvicina per la prima volta a questo mestiere o a chi voglia semplicemente affinare la propria tecnica di taglio di trovare un contesto che possa aiutare ad accrescere il proprio bagaglio di conoscenza del mestiere.

Sogno, inoltre, di consolidare la mia figura di stilista ed essere riconosciuto come colui che, con soluzioni semplici, riesce a regalare bellezza e ad accrescere l’autostima delle persone.

CONDIVIDI