Spaghetti's

Antonio Esposito, Cesare Morabito, Emanuele Esposito, Sasha Esposito, Leonardo Narvaez. Cinque nomi, un unico grande progetto chiamato Spaghetti’s. Barberia & Abbigliamento.
In attività dal 2012, è un barber shop a Ladispoli, nato sotto il segno della qualità Made in Italy con una importante novità: non solo barba e capelli, ma anche abbigliamento e profumeria.

Il risultato è un concept store che unisce moda e bellezza in una realtà viva e dinamica dedicata completamente all’uomo.
Senza dubbio una scommessa vinta, che gioca sulla possibilità di “accontentare i clienti su più fronti e renderli felici, offrendo più servizi”.
In un atmosfera frizzante e accogliente è un piacere incontrare “gli Spaghetti’s” e affidare a loro il proprio look con un’ unica certezza: successo assicurato.
Il loro segreto è il lavoro di squadra. Non a caso, alla domanda “Come fate a far funzionare tutto?” rispondono: “Siamo un gruppo, un team. Tutti con lo stesso obiettivo e con le stesse idee di base: qualità, studio e una visione avanguardista del nostro mondo”.

Spaghetti's

Spaghetti’s. Barberia & Abbigliamento. Quando e come è cominciato tutto?
La nostra storia comincia nel 2012, quando Antonio Esposito, in arte Tonino Master Barber, e Cesare Morabito decisero di unire l’arte della barberia a quella del concept store. All’epoca, fondere in un unico negozio vari settori (barberia, abbigliamento, profumeria ) fu una novità assoluta.
Tonino veniva da dieci anni di esperienza in un parrucchiere Toni&Guy a Napoli e Cesare lavorava come buyer per una famosa azienda di abbigliamento.
In un secondo momento, decisero di includere nella loro squadra anche i fratelli di Tonino: Emanuele Esposito (barbiere alle prime armi, ma con una esperienza lavorativa in Sud America) e Sasha Esposito (commesso in un negozio di abbigliamento di un brand di alta moda Italiana). A loro si aggiunse, per il settore profumeria anche Leonardo Narvaez (esperto di cosmetici e profumeria uomo).

Ecco come cinque menti crearono il brand Spaghetti’s.

La scelta del nome non è stata di certo casuale. Perché Spaghetti’s?
Volevamo una parola italiana, conosciuta in tutto il mondo. Il nome Spaghetti’s ci avrebbe subito identificato come una realtà Made in Italy.

Spaghetti's
Da sinistra: Salvatore Esposito, Cesare Morabito, Leonardo Narvaez, Emanuele Esposito, Antonio Esposito

Non solo barberia, ma anche abbigliamento. Un’idea vincente?
Sapevamo che il concept store sarebbe stata una novità in Italia e l’inserimento del reparto abbigliamento avrebbe subito colpito il cliente. Quindi sì, è un’idea che si è rivelata subito vincente.

Il segreto è poter accontentare i clienti su più fronti e renderli felici, offrendo più servizi sempre nel segno della qualità e della professionalità.

Quanto è importante per voi lavorare in team?
Il lavoro di squadra per noi è fondamentale: siamo un gruppo, un team. Tutti con lo stesso obiettivo e con le stesse idee di base: qualità, studio e una visione avanguardista del nostro mondo. Lavoriamo insieme, aiutandoci l’uno con l’altro e confrontandoci quotidianamente sulle cose da fare e da programmare.

Qual è il segreto del vostro successo? Come riuscite a far funzionare tutto?
Quando abbiamo cominciato eravamo fortemente attratti dall’industria della barberia Italiana, che all’epoca era troppo indietro rispetto ad altre nazioni come l’America e l’Inghilterra. Quindi, decidemmo di darci come obiettivo quello di portare l’arte di tagliare i capelli a livello internazionale, entrando in contatto con i migliori educatori del mondo e facendo formazione senza fermarci mai: tutto il giorno e anche di notte.

Il segreto del nostro successo è lo studio costante, che ci permette di raggiungere un livello alto.

Vision “Air” è la vostra prima collezione moda. Com’è nata l’idea? Qual è stata la fonte di ispirazione?
Dopo anni di ricerca e formazione, abbiamo deciso di creare una linea che ci rappresentasse davvero. In questi anni abbiamo visto collezioni di ogni tipo, ma mai una che incentrasse il tutto su un elemento primario come l’aria.
La nostra quotidianità ci porta ad avere a che fare con strumenti che definiscono quello che la nostra mente e le nostre mani eseguono. Le collezioni di tutto il mondo descrivono quello che gli arnesi da taglio riescono a produrre. Per Vision “Air” abbiamo concentrato la nostra attenzione sulle molteplici modalità di asciugatura.

La collezione sarà presentata a Bologna, sul palco dell’On Hair, il 25 novembre.

Qual è il particolare che fa la differenza in un taglio ben fatto?
Grazie ai social, oggi, i nostri occhi possono godere di molteplici esempi di taglio. Secondo il nostro metodo e la nostra ideologia un taglio ben fatto ha bisogno di svariati fattori che, grazie allo studio, si miscelano tra loro: le ossessionanti divisioni della sommità, le graduali sfumature della rasatura, la precisione delle rifiniture. Il risultato finale non avrebbe senso se non si concludesse con una asciugatura perfetta che, per quanto possa sembrare banale, è la firma ad un ottimo quadro. Altrimenti, non avremmo mai creato una nostra collezione basata su questo.