Jack Howard, Colour Spokesperson e Global Ambassador L’Oreal Professionnel UK, è uno tra i più grandi professionisti dell’hairdressing.
Molto apprezzato per il suo indiscusso talento, vanta una lunga lista di clienti famose del calibro di Poppy e Chloe Delevingne, che si affidano alle sue sapienti mani per i più grandi eventi del Fashion System, e non solo.

Dal 2015 Jack Howard fa parte del Colour Team del salone Paul Edmonds a Londra, portando avanti con passione una collaborazione stimolante e di successo in un salone Cinque Stelle Lusso.
Nominato da Marie Claire “Colorista dell’anno 2018”, è riconosciuto per aver portato nel Regno Unito la tecnica di colorazione nota come Balayage, che lui stesso definisce “piacevole, delicata e alla portata di tutte”.
Al lavoro di hairstylist unisce il suo impegno nella formazione, portando la sua esperienza nel campo del colore in giro per il mondo.
Tra i suoi cavalli di battaglia New York Lights, Bronde, Babylights, Ponytail Lights, California e l’ultima novità Brunette Bar L’Oreal Professionnel per il mercato del Regno Unito.

Jack Howard

Com’è cominciato il tuo percorso professionale con Paul Edmonds?
Quando sono tornato in Inghilterra dopo un lungo periodo negli Stati Uniti, mi sono subito reso conto che lavorare per un’azienda non avrebbe fatto al caso mio: troppa poca libertà creativa. L’unica scelta era quella di aprire un salone Jack Howard per raggiungere il mio obiettivo. Tuttavia, le poche realtà alle quali mi sono affiancato non operavano nel modo in cui speravo.
Paul, invece, si mostrò molto propenso all’idea di avere Jack Howard presso il salone Paul Edmonds, offrendomi la possibilità di lavorare in un 5 Stelle Luxury: esattamente quello che cercavo per le mie clienti.
Quando tutto ebbe inizio, nel 2015, portai una voce autorevole nel salone dal punto di vista del colore e, la nostra, è ancora una collaborazione stimolante e di successo.

Jack Howard

Se potessi rivivere un momento della tua carriera, quale sceglieresti?
La mia carriera è stata davvero molto interessante in ogni suo momento, sebbene, magari, non me ne rendessi conto in quello stesso istante. Adesso cerco di godermi ogni singolo momento.

Dal mio punto di vista la vita non è guardarsi indietro ma guardare avanti.

Sei uno dei massimi esperti del Balayage. Qual è il segreto del successo di questa tecnica di colorazione?
Il Balayage è ormai noto sin da quando è stato inventato dai francesi e io sono stato fortunato ad impararne la tecnica quando la L’Oréal USA negli anni ‘90 propose per prima dei corsi. È alla portata di tutti, piacevole e delicato e infatti sono moltissime le donne che ne sono rimaste affascinate. Il segreto del suo successo sta nell’essere aperto a molteplici interpretazioni. Una volta appresi i fondamentali da la possibilità di sviluppare un approccio personalizzato. È questo che gli ha consentito di resistere al passare del tempo.

Jack HowardRaccontaci del tuo impegno come formatore. Quanto è importante per te trasmettere la tua esperienza agli hairstylist che seguono i tuoi corsi?
Per quanto mi riguarda ho optato per un approccio che valorizzasse il colore dei capelli, per un risultato sempre portabile, ma che parlasse del duro lavoro svolto dal colorista mentre opera dietro la poltrona.

Mostro sempre alle persone come lavorare in modo rapido e intelligente e allo stesso tempo, come fare soldi mentre si realizza un colore bello e unico.

Qual è stata la fonte di ispirazione per la tua ultima collezione, Balayage?
La mia ultima collezione è nata a supporto dei miei video formativi on demand recentemente Jack Howardmessi sul mercato. I look sono super portabili e accessibili. È per questo che ho utilizzato dei modelli provenienti dal mondo del web e abiti normali proprio ad evidenziarne l’aspetto commerciale.

 

Puoi darci qualche anticipazione sulle tendenze colore della prossima stagione?
I restanti mesi del 2018 si focalizzeranno sulla costanza piuttosto che sulle tendenze. Queste ultime, infatti, sono passeggere, invece tecnica e diligenza sono i veri elementi essenziali.