La chiusura delle attività di acconciatura ed estetica imposta con DPCM dell’11 marzo 2020 è ancora in vigore, ma sembra ci siano i presupposti per un’imminente riapertura.
Il Direttivo di Confartigianato Benessere ha approvato un documento di proposte per consentire la riapertura delle imprese di acconciatura e dei centri estetici.

Purtroppo, gli effetti della lungo stop all’erogazione di servizi utili al benessere psico-fisico delle persone, si sono resi evidenti già a pochi giorni di distanza dal decreto e si sono concretizzati in un considerevole aumento dell’abusivismo, che già normalmente affligge il settore.
Molti, approfittando dell’impennata della richiesta, hanno continuato ad erogare servizi presso il proprio domicilio o presso quello del cliente, aggravando le carenze dal punto di vista igienico-sanitario con il rischio di contagio.

La risposta di Confartigianato Benessere non lascia spazio a dubbi: “Sarebbe opportuno prevedere una riapertura dei saloni di acconciatura e dei centri estetici, subordinata all’applicazione di misure di carattere igienico-sanitario che vadano ad integrare le stringenti disposizioni in materia che gli operatori già rispettano in ossequio delle leggi di settore e dei Regolamenti regionali/comunali, da individuarsi a livello nazionale onde consentirne l’applicazione omogenea su tutto il territorio“.

Dunque, condizione necessaria per la ripresa dell’attività dovrà essere l’applicazione di misure igienico-sanitarie e di modalità di lavoro che garantiscano la sicurezza dell’imprenditore e dei collaboratori e la tutela della salute dei clienti.

Ecco le indicazioni di Confartigianato Benessere per la riapertura dei saloni:

PROPOSTE DI CARATTERE ORGANIZZATIVO
• Svolgimento delle attività esclusivamente su appuntamento (telefonico, tramite app o mail);
• Presenza di un solo cliente per volta in area reception, spogliatoi, servizi igienici;
• Permanenza dei clienti all’interno dei locali limitatamente al tempo strettamente indispensabile all’erogazione del servizio/trattamento;
• Adozione – per le imprese maggiormente strutturate – di orari di apertura flessibili con turnazione dei dipendenti;
• Delimitazione degli spazi con applicazione sul pavimento di scotch di colore ben visibile;
• Utilizzo di postazioni alternate sia nella zona del lavaggio che nelle zone trattamenti;
• Distribuzione della clientela tra gli addetti in modo tale che ciascun operatore abbia in carico un massimo di due clienti contemporaneamente qualora uno dei due sia in fase di attesa tecnica (tempo di posa del colore).

PROPOSTE DI CARATTERE IGIENICO-SANITARIO
• Utilizzo mascherina e guanti
• Utilizzo di occhiali protettivi o visiera in plexiglas per i trattamenti per i quali non può essere garantita la distanza interpersonale di un metro (per gli acconciatori limitatamente ai servizi di taglio/cura della barba);
• Igienizzazione delle postazioni di lavoro dopo ogni trattamento/servizio;
• Disinfezione dei servizi igienici dopo ogni utilizzo;
• Utilizzo, ove possibile, di materiali monouso e lavaggio a temperatura adeguata e con prodotti igienizzanti dei materiali in tessuto;
• Posizionamento di soluzioni disinfettanti all’ingresso e in corrispondenza di tutte le postazioni lavoro, a disposizione di operatori e clientela.

HTrends è sempre con voi! Da oggi siamo pronti a supportarvi per l’imminente riapertura dei vostri saloni. A breve saranno disponibili dispositivi per la protezione personale e kit monouso per coccolare i vostri clienti, in tutta sicurezza! Per saperne di più, potete inviarci un un messaggio privato sulla nostra pagina facebook, chiamare il numero 392 9846375 ioppure nviare una mail all’indirizzo redazione@h-trends.it